Cibo amico
Cibo amico
Cibo amico
©DiGiSchool - Piattaforma telematica per la gestione di indagini conoscitive nelle Scuole
Il termine utile alla trasmissione dei questionari è stato prorogato al 26/04/2018

Osservatorio Regionale sulle Abitudini Alimentari dei bambini in età scolare tra gli 8 e gli 11 anni.

Il cibo amico - a.s. 2017-2018 - Leggi la nota informativa

Compilazione ed invio questionari


Accesso riservato operatori


Accesso riservato webmail


Elenco degli Istituti Comprensivi abilitati


In questa sezione è possibile consultare l'elenco degli I.C. e verificare per ciascuno lo stato di attuazione del progetto.


Visualizza report per Istituto Comprensivo


Inserendo il codice meccanografico si visualizza un dettagliato report per istituto Comprensivo che comprende i risultati della somministrazione in forma aggregata


Documentazione disponibile


Contiene tutta la documentazione di progetto rimessa via PEC ai singoli Istituti Comprensivi, sempre disponibile.

Descrizione
1. NOTA INFORMATIVA
2. PRIMA COMUNICAZIONE DIRIGENTI
3. DOMANDE DEL QUESTIONARIO OSSERVATORIO ABITUDINI ALIMENTARI
4. SECONDA COMUNICAZIONE DIRIGENTI
5. DICHIARAZIONE DIRIGENTE
6. DICHIARAZIONE DOCENTI
7. ISTRUZIONI PER I DOCENTI
8. GUIDA ILLUSTRATA
9. FUMETTO

F.A.Q.


Domande frequenti sul progetto (F.A.Q. CIBO AMICO)

Nel corso dell’indagine conoscitiva è emerso che in Calabria diversi plessi sono ancora sprovvisti del collegamento Internet. In questi casi è comunque possibile procedere nei seguenti modi:

1) utilizzando in classe uno o più tablet collegati ad Internet tramite scheda telefonica (molti docenti utilizzano il proprio dispositivo);

2) per ottimizzare i tempi di collegamento Internet (e magari risparmiare i GB della propria scheda telefonica) alcuni insegnanti si sono organizzati stampando le domande per ogni alunno (CHE SI TROVANO QUI), facendo poi scrivere le risposte ad ogni alunno ed infine, sfruttando ad esempio il collegamento Internet di casa o degli uffici di segreteria, ha caricato le risposte della propria classe online, sulla piattaforma digitale www.ciboamico.com. In questo modo in circa 15-20 minuti si possono compilare circa 20 questionari, a seconda della dimestichezza dell’utente.
Le credenziali di accesso (PIN) sono specifiche per ogni codice meccanografico e sono state rimesse via PEC all’indirizzo dell’Istituto Comprensivo. Agli I.C. che non hanno letto la PEC sono state rimesse via email.

I PIN sono generati in automatico dal sistema e sono stati verificati per cui non possono essere sbagliati.

Eventuali errori possono essere generati dal proprio terminale o dal collegamento Internet magari non costante. La cosa migliore è riprovare l’accesso in diversi momenti con un collegamento Internet attivo. Una verifica può essere agevolmente fatta anche attraverso il proprio smartphone, se provvisto di collegamento Internet.
Il Sistema registra un tempo medio dall’avvio della singola sessione all’invio del singolo questionario di circa 7 minuti.
Tutta la documentazione ufficiale relativa al progetto, tra cui le istruzioni cartacee per gli insegnanti, la nota informativa o i modelli di dichiarazione, è disponibile sul sito www.ciboamico.com nella scheda “documentazione”.
L’Osservatorio è una banca dati regionale e quindi riguarda tutte le scuole primarie di tutti gli Istituti Comprensivi e di tutte le scuole paritarie della Regione Calabria. Tutte le classi III, IV e V di ogni Istituto sono invitate a parteciparvi.
I modelli di dichiarazione riservata ai Dirigenti e quello riservato ai docenti sono sempre disponibili e scaricabili dal sito www.ciboamico.com nella scheda documentazione.

Una volta compilati e firmati possono essere inviati al recapito:
dichiarazioni@ciboamico.com
Può essere inviata da qualunque recapito email o pec, l’importante è che le dichiarazioni siano rimesse all’indirizzo dichiarazioni@ciboamico.com
Non succede nulla di grave. Va tenuto sempre presente che ogni volta che un docente effettua una segnalazione questa viene lavorata direttamente dal team di sviluppo, che può rimediare ad ogni errore.

Tuttavia va precisato che tutti i questionari sono resi in forma anonima dagli alunni e che il meccanismo di controllo automatico del sistema verifica che il numero dei questionari trasmessi da ogni codice meccanografico corrisponda (nel totale) a quello indicato nella scheda informativa dell’Istituto.

Ad ogni I.C.S. è stato infatti richiesto di compilare una scheda online nella quale bisogna specificare:

- quante classi III, IV e V ed eventuali pluriclassi afferiscono alla scuola primaria;
- il numero totale degli alunni delle dette classi specificato per ogni codice meccanografico.

Questo consente il controllo incrociato delle informazioni che, a sua volta, consente di attivare il meccanismo dei solleciti per le Scuole che fanno registrare un ritardo sui tempi di attuazione stimati.
Certo. Ad ogni Dirigente Scolastico vengono fornite le credenziali di accesso al Centro di Controllo ed Analisi dati in modo da consentire un monitoraggio diretto dello stato di attuazione del progetto e, man mano che vengono trasmessi i questionari da docenti ed alunni sono visibili i risultati aggregati in tempo reale.

Ogni Dirigente Scolastico può anche richiedere espressamente la personalizzazione della rappresentazione dei dati (grafici particolari, evidenziazione di alcuni risultati, ecc.)
Si, tra i dati raccolti vi sono anche quelli che indicano quale Scuola ha risposto prima, con quali numeri, quali Scuole hanno dotazioni tecnologiche obsolete, quali sono sprovviste di collegamento Internet, quali hanno saputo organizzare in maniera efficace l’adesione al progetto e la trasmissione dei questionari, ecc.

Tutti questi dati vengono resi pubblici e comunicati sotto forma di specifico dossier all’U.S.R..
L’Osservatorio Regionale sulle Abitudini Alimentari è una iniziativa della Regione Calabria, condivisa dall’Ufficio Scolastico Regionale (che ha scritto una nota a firma del Direttore Generale a tutti gli Istituti Comprensivi poi pubblicata sul sito ufficiale dell’U.S.R.) ed è attenzionata dall’ISTAT. In merito si rinvia anche alle risposte delle FAQ nn.13, 14, 15, 16 e 17.

Non vi è nessun obbligo formale di adesione all’Osservatorio, tuttavia va sottolineato che a decretare il successo del progetto, che rappresenta una novità nel panorama nazionale, concorre la grande professionalità dei Dirigenti Scolastici e quella della classe docente coinvolta, che aderisce, giorno dopo giorno, con grande passione e senso di responsabilità, comprendendo la portata e l’importanza della realizzazione della banca dati regionale.

Sul totale di 267 Istituti Comprensivi solo 2 hanno dichiarato di non aderire al progetto.
Per come si ripete, l’Osservatorio Regionale sulle Abitudini Alimentari è una iniziativa della Regione Calabria, condivisa dall’Ufficio Scolastico Regionale (che ha scritto una nota a firma del Direttore Generale a tutti gli Istituti Comprensivi poi pubblicata sul sito ufficiale dell’U.S.R.) ed è attenzionata dall’ISTAT.

Tutte le necessarie indicazioni in merito sono fornite con la NOTA INFORMATIVA disponibile sul sito www.ciboamico.com anche nella scheda documentazione.

Nel mese di dicembre 2017 è stata inviata a tutte le Scuole la richiamata nota informativa con allegate le domande proposte nel questionario per consentire la eventuale preventiva approvazione negli organi collegiali.
Con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 6/08/2015, sono state definite le iniziative a vantaggio dei consumatori da attuarsi ai sensi della L.n. 388/2000, art. 148, comma 1. In seguito, con decreto del 24/02/2016 del Direttore Generale per il Mercato, la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e la Normativa Tecnica, sono state definite sia l’attuazione del programma generale d’intervento da realizzarsi da parte delle Regioni, sia le modalità attuative, stabilendo che tali programmi possono essere realizzati con le Associazioni dei consumatori riconosciute in base alla normativa regionale. La Regione Calabria, con Decreto Dirigenziale n. 10345 del 31/08/2016, ha approvato un programma generale d’intervento in favore dei consumatori e degli utenti, denominato: “Consumatori interattivi e informati”. Tale programma è stato, a sua volta, approvato ed interamente finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.
Nel novero delle diverse iniziative, il Dipartimento n.7, Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali, della Regione Calabria, ha dato seguito all’attuazione del programma generale d’intervento stipulando una Convenzione (Rep. 404 del 13/04/2017) con le Associazioni regionali riconosciute: ASSOUTENTI CALABRIA, N.I.C.E. NUOVA INTESA CONSUMATORI EUROPEI, CASACONSUM, AVVOCATI DEI CONSUMATORI.
Il progetto è diretto ad approfondire i molteplici aspetti della tematica della corretta alimentazione, partendo dalla costruzione di una banca dati su base regionale che potrà supportare le future iniziative di formazione, informazione ed educazione mediante interventi di prevenzione primaria e di politica attiva. Si tratta di una banca dati che si aggiorna in tempo reale e che è a costantemente a disposizione di tutte le Istituzioni interessate.
Oltre ad essere messi a disposizione della Regione Calabria, dell’USR e di tutte le Scuole calabresi e comunque resi pubblici, i dati raccolti saranno anche convogliati in un progetto interministeriale che coinvolge il Ministero della Salute, il Ministero delle politiche Agricole, il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca ed il Ministero dello Sviluppo Economico, già attivo a livello nazionale.
Monitorare le abitudini alimentari dei ragazzi di una certa fascia d'età della scuola dell'obbligo significa rivolgersi all'intera platea regionale di riferimento, con ogni dovuta considerazione del fenomeno della dispersione scolastica. Ciò significa anche conoscere, per il tramite dei questionari somministrati, la cultura dell'alimentazione dell'intero nucleo familiare di riferimento. Questa semplice indagine conoscitiva rivela anche l’impatto di molteplici dinamiche sul tessuto sociale (ad es. conseguenze di politiche ambientali, agricole e produttive, impatto di determinate pubblicità, sensibilità del consumatore sui temi della sana alimentazione, cultura del consumismo, andamento di determinati consumi, ecc.)
L'Osservatorio Regionale assumerà carattere permanente ed abbraccerà volta per volta fasce diverse di popolazione, ma sempre tramite la Scuola. Ad esempio, inizialmente il target di riferimento prescelto è dato dagli alunni in età scolare tra gli 8 e 11 anni frequentanti le classi III, IV e V delle Scuole Primarie dell'intera Regione Calabria. Già dall'anno prossimo sarà possibile monitorare l'evoluzione delle abitudini alimentari di questi ragazzi, semplicemente aggiungendo al target dell'Osservatorio oltre alle Scuole Primarie, le Scuole Medie.
I dati raccolti parlano del territorio, offrendo importanti informazioni alle Istituzioni che lo governano.
L'OSSERVATORIO REGIONALE SULLE ABITUDINI ALIMENTARI utilizza il software ©DiGiSchool - Piattaforma telematica per la sommistrazione di questionari nelle scuole. Si tratta di un software proprietario modulare che consente la gestione professionale della somministrazione di questionari/sondaggi nelle scuole attraverso l'interazione delle Istituzioni interessate, la realizzazione di una banca dati di informazioni verificate ed attendibili, lo sviluppo, il trattamento, l'aggregazione e la rappresentazione dei dati ottenuti.
©DiGiSchool è dotato di un sistema di analisi dei dati in tempo reale e di un centro di controllo ad accesso riservato che consente alle partnership istituzionali di verificare il livello di partecipazione delle Scuole e di interagire con esse. Allo stesso modo anche i Dirigenti Scolastici hanno un accesso riservato che consente loro di monitorare la risposta delle varie classi del proprio I.C.S..

Questo rivoluzionario ed innovativo sistema di conoscenza, verrà presto messo a disposizione permanente delle Istituzioni, tra cui l'Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria, le Scuole calabresi, le A.S.P., il dipartimento Salute della Regione Calabria e consentirà di avere un dettaglio di informazioni prima d'ora impensabile, su ogni scala ed in tempo reale, dalla singola classe, al singolo codice meccanografico, al singolo I.C.S., al singolo Comune, Città o Provincia ed infine a tutta la Regione.

Questo primo anno di sperimentazione consente di mettere a punto ciò che rappresenta un sistema di apprendimento, di raccolta di informazioni e di conoscenza assolutamente innovativo, utilizzando un software appositamente realizzato, modulare e dalle grandissime potenzialità che rispondono alle esigenze degli utilizzatori.

Per fare un esempio della sua duttilità, possono essere immaginate più somministrazioni di questionari durante l'anno scolastico, sempre più veloci e dinamiche, magari dirette a conoscere e sondare la tematica dello spreco alimentare nelle mense scolastiche, piuttosto che il livello di gradimento effettivo dei menu proposti o via discorrendo.

Qualunque tematica può essere oggetto di indagine conoscitiva, su qualunque scala.

Con ©DiGiSchool anche ogni Dirigente Scolastico può promuovere indagini conoscitive nell’ambito del proprio Istituto.

Informazioni, supporto e assistenza


E-mail

Per richiedere informazioni: info@ciboamico.com

Per inviare le dichiarazioni del Dirigente e dei docenti: dichiarazioni@ciboamico.com

Posta Elettronica Certificata: regionecalabria.ciboamico@pec.it

Nota informativa

Osservatorio Regionale sulle abitudini alimentari dei bambini in età scolare tra gli 8 e gli 11 anni.


Guida all'uso

Nel BOX “ACCESSO DOCENTI” inserire le credenziali di accesso: “CODICE MECCANOGRAFICO”, “CLASSE”, “SEZIONE”, “NOME” e “COGNOME” dell’insegnante, codice “PIN”
Vengono proposte, una alla volta, 23 domande a risposta multipla alle quali è ammessa una sola risposta. La somministrazione deve essere SUPERVISIONATA DALL'INSEGNANTE che ha precedentemente associato il proprio nome alla sessione di lavoro.
Per inviare il singolo questionario cliccare sul tasto "HO FINITO", è possibile a questo punto continuare la raccolta dei questionari con il tasto "COMPILA UN ALTRO QUESTIONARIO". Se alcuni alunni sono assenti o si vuole organizzare l'attività in più giornate, la sessione di lavoro può essere sospesa (con il tasto "SOSPENDI SESSIONE") e ripresa successivamente in giorni diversi, anche da diversi insegnanti per la medesima classe.
Quando tutta la classe ha trasmesso il questionario l'insegnante che si collega per ultimo deve cliccare sul tasto "TRASMISSIONE COMPLETATA"
Il Dirigente Scolastico ed uno dei docenti che abbia supervisionato la somministrazione dei questionari per ogni classe devono trasmettere le rispettive dichiarazioni debitamente compilate all'indirizzo e-mail: dichiarazioni@ciboamico.com

Avvisi